Contattaci subito
041.985.411

Doppia cittadinanza: come e perché richiederla

Doppia cittadinanza: come e perché richiederla

La doppia cittadinanza: un privilegio di pochi. Le regole per avere un doppio passaporto variano da stato a stato. Alcune nazioni, come la Spagna, non prevedono la doppia cittadinanza, quindi richiedere la cittadinanza di quel paese comporta la perdita della cittadinanza del proprio paese d’origine.  Vediamo com’è invece la situazione italiana.

Doppia cittadinanza in Italia

La doppia cittadinanza in Italia è regolata dalla legge 91/1992. Questa legge consente ai cittadini stranieri di ottenere la cittadinanza italiana anche senza rinunciare alla cittadinanza del proprio paese di origine. Prevede inoltre la possibilità di rinunciare alla cittadinanza italiana qualora si dovesse risiedere stabilmente in un paese straniero. Questo è possibile con tutti i paesi che permettono la doppia cittadinanza con l’Italia. Come detto nell’introduzione, non tutti i paesi prevedono questa possibilità. Se un cittadino di uno di questi paesi vuole ottenere la cittadinanza italiana, deve rinunciare a quella del suo paese d’origine. Alcuni dei paesi che non ammettono la doppia cittadinanza sono:

  • Spagna
  • Austria
  • Bosnia
  • Danimarca
  • Estonia
  • Norvegia
  • Ucraina
  • Cina
  • India
  • Filippine
  • Giappone
  • Emirati Arabi
  • Nigeria

Chi può ottenere la doppia cittadinanza

La doppia cittadinanza si può ottenere solo a determinate condizioni. Una di queste è il vincolo di sangue. Questo vuol dire che può essere richiesta da chi ha almeno un genitore italiano. Chi è nato in Italia da genitori stranieri, non rientra in questa casistica. Può inoltre ottenerla il cittadino straniero maggiorenne, adottato da genitori italiani, se risiede in Italia da almeno cinque anni.

Il diritto ad acquisire la cittadinanza italiana spetta anche al cittadino straniero che ha prestato il servizio militare per almeno cinque anni alle dipendenze dello stato italiano.

Per quanto riguarda gli stranieri che risiedono in Italia, possono farne domanda solo dopo dieci anni di residenza nel nostro paese, che scendono a quattro se lo straniero è cittadino di uno stato membro UE.

Come ottenere la doppia cittadinanza

Per ottenere la doppia cittadinanza bisogna in primo luogo essere in possesso dei requisiti previsti dalla legge. La richiesta va presentata per via telematica sul sito del Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno. Oltre ai documenti comprovanti il possesso dei requisiti, bisogna inviare una ricevuta di pagamento di 200 € e una marca da bollo di 16 €. Se la richiesta viene accettata, il richiedente dovrà prestare giuramento di fedeltà alla Repubblica, alla Costituzione e alle leggi dello Stato Italiano.

Perché richiedere la doppia cittadinanza

Il primo vantaggio di avere una doppia cittadinanza è quello di poter avere due passaporti. Questo significa che non servono visti per entrare nel paese di cui si ha la cittadinanza ma non la residenza. Entrando nel secondo paese da cittadino e non da turista, si può vivere e lavorare in questo paese liberamente. Questo vantaggio viene in parte invalidato se le due cittadinanze che si possiedono sono entrambe di stati membri dell’Unione Europea.

Il secondo vantaggio riguarda il fatto che si ha la possibilità di votare in entrambi i paesi in cui si ha la cittadinanza.

 

Articolista e copywriter freelance, amo scrivere dei più svariati argomenti. Sono un’appassionata di fotografia e video.